Tecnica Cinemagraph da video, come crearne una con Photoshop

di Stefania, per gli amici Ahnia

Ne ho già parlato qui spiegando in linea teorica che cos’è una Cinemagraph, chi ha inventato questa tecnica e i punti di partenza imprescindibili per realizzarla, adesso cerchiamo di entrare più nello specifico passando alla vera e propria tecnica per ottenere una Cinemagraph.

Tecnica cinemagraph, per realizzarla come si deve serve Photoshop e un po’ di pazienza

“Photoshop può tutto” sono le parole che ho scritto a un’amica digitale – la cara Zucca Violina su Instagram per spiegare quello che sto per spiegare anche qui. Se volete smettere di giocare con le app che fino ad ora vi hanno permesso di entrare in confidenza con le Cinemagraph e volete passare al livello pro, accendete il computer, aprite la vostra versione di Photoshop e rimboccatevi le maniche!

Cinemagraph, quali sono gli ingredienti della ricetta di questa tecnica?

Ipotizzando di partire da un video, ricapitoliamo quello che ci serve:

  • un video di pochi secondi, stabilizzato e adeguato allo scopo come ho precedentemente spiegato
  • Adobe Photoshop: ci servirà nello specifico il pannello “Timeline” che serve proprio per creare animazioni, attivatela seguendo i comandi dal menu Finestra > Timeline
  • Tempo e pazienza
  • dimestichezza con le maschere di livello

(Ecco la mia Cinemagraph preferita, ci ho messo un po’ a realizzarla ma ne vado molto fiera!)

Tecnica Cinemagraph: i passaggi da fare in Photoshop

Vediamo insieme i passaggi salienti di questa tecnica che sembra complicata, ecco perché condivido di seguito un video di YouTube che all’inizio dei miei esperimenti ho trovato molto utile per affinare la tecnica Cinemagraph, questo bel ragazzone tatuato – Peter McKinnon – si perde sicuramente un po’ in chiacchiere (in lingua inglese) ma tutto sommato rende bene l’idea dei concetti base da dover applicare per creare la nostra Cinemagraph:

Sostanzialmente:

  1. Per prima cosa importate il vostro video trascinandolo letteralmente in Photoshop, lo vedrete comparire nella timeline.
  2. Ora dovete individuare nel vostro filmato l’esatto pezzettino che si presta ad essere ripetuto all’infinito in loop, sarà questo pezzettino la vostra Cinemagraph! Eliminate quindi il superfluo e tenete solo quello, bastano un paio di secondi di filmato infatti.
  3. Duplicate il livello, il livello superiore lasciatelo dov’è e trascinate quello sotto alla fine del primo, come se fosse uno la continuazione dell’altro. Ora trascinatelo indietro “allungandolo” letteralmente in modo che si sovrapponga di un poco al livello superiore e accorciatelo in modo da portarlo a finire esattamente dove finisce il video superiore. Passaggio complicato da capire ma che vi garantirà l’effetto “loop”. Per fonderli insieme vanno ancorati due “diamanti” al video superiore per l’opacità: 100% nel punto in cui comincia il video che sta “sotto”, e 0% alla fine di questo video.
  4. Ora entra in gioco il concetto delle maschere di livello, perché va lasciato in movimento solo quello che volete che si muova in effetto loop, va quindi aggiunto in cima a tutto un nuovo livello: una fotografia, un’istantanea del video stesso che va “mascherata” – di fatto pennellata – in modo da mostrare solo la porzione in movimento del video che si trova di sotto, ancorate quindi una maschera al livello e pennellate in modo da lasciare visibile solo la zona che volete in movimento: voilà!
  5. Esportate il filmato in .mp4 e godetevi la vostra Cinemagraph!

Se siete curiosi trovate la mia raccolta di Cinemagraph qui, in evidenza sul mio profilo Instagram.

0 commenta
0

Potrebbe interessarti anche:

lascia un commento

quattro × due =

* Usando questo form sei d'accordo nella conservazione dei tuoi dati per questo sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza di utilizzo, se continui a navigare assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più