fbpx

Gioca le tue carte

di Stefania, per gli amici Ahnia

In italiano la carta jolly è chiamata “la matta” ed è raffigurata da un giullare, nel gioco è la “carta factotum”, che spesso domina su tutte le altre carte.

Il jolly esprime la pazzia.

Quella che gli antichi chiamavano “pazzia sacra”. Come conseguenza della pazzia, il Matto-Jolly è libero, ha la libertà intellettuale di potersi esprimere come meglio crede, e la pazzia gli serve da scudo, infatti – ecco l’aspetto che mi piace di più – il giullare è l’unico personaggio di corte che può permettersi di deridere persino il re. Un privilegio più unico che raro, oltre che una dote: una sottile ironia può nascondere un grande intelligenza.

Il Jolly è sempre stata la mia carta preferita del mazzo, perché rappresenta infinite possibilità, nel gioco poi può trasformarsi in qualsiasi altra carta e semplificarti le cose ma questo non significa che ti regali la vittoria… È libera, e come tale agisce. Secondo le diverse strategie di gioco c’è chi si affida a lei all’ultimo quando non ha altre chance e appunto si “gioca il jolly”, chi invece cerca di fare senza di lei e se la gioca subito quasi per liberarasene. E poi ci sono io, che la rubo dal mazzo e la fotografo. E tu? Che carte ti giochi?

Un post condiviso da Stefania Cicirello (@stef.ahnia) in data:

“Il modo in cui la gente gioca mostra qualcosa del loro carattere. Il modo in cui perde lo mostra per intero”

Un post condiviso da Stefania Cicirello (@stef.ahnia) in data:

Potrebbe interessarti anche:

lascia un commento

uno × 4 =

* Usando questo form sei d'accordo nella conservazione dei tuoi dati per questo sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza di utilizzo, se continui a navigare assumiamo che tu ne sia felice. Accetta Leggi di più